Dichiarazione del Ministro Bassil

Dopo aver presieduto un incontro per l’ufficio politico del Movimenti Patriottico Libero, il Ministro Bassil ha tenuto una conferenza stampa e ha dichiarato quanto segue:

“Siamo [Tayyar], abbiamo vissuto con l’ingiustizia ed il tentativo di separarci dai libanesi; e oggi ci sono quelli che stanno cercando di guidare il Libano in un posto che non vogliamo raggiungere “.

“Oggi abbiamo una costituzione che governa le nostre vite e ci stiamo aggrappando ad essa e non vogliamo rovesciarla”.

“L’accusa di tentare di rovesciare la costituzione viene da coloro che stanno creando nuove tradizioni e non da coloro che desiderano mantenere la costituzione”.

“Il Libano non vive di molte dualità ma piuttosto di una dualità che lo governa, e questa è la dualità cristiano-musulmana, vale a dire la cooperazione cristiano-musulmana”.

“Non c’è isolamento di alcuna comunità in Libano e si sta  creando l’immagine di un tentativo di isolamento nell’interno e si cerca di collegarlo all’esterno che è agli espatriati”.

“Assicuriamo che non esistono dualità o altre formule che possano sopravvivere in Libano, mentre noi abbiamo una diversità e questa l’immagine libanese.

“La nostra proposta è sempre il modello civile di governo non solo per le elezioni, ma anche per il modo di vivere e per la protezione di qualsiasi cosa libanese e questa sarebbe la nostra salvezza”.

“Visto che la maggioranza ha rifiutato il modello civile, offriamo nel frattempo e senza alcuna modifica alla costituzione la cancellazione del settarismo politico al fine di mantenere l’equità tra musulmani e cristiani”.

“Abbiamo un accordo con Hezbollah per la protezione del paese ed è strategico e tutte le manovre politiche non la sopraffanno”.

“Abbiamo un’intesa con il Futuro “Moustaqbal” e ci stiamo aggrappando ad esso, così come il nostro attaccamento all’equità tra i cristiani per il bene dell’unità nazionale”.

“La costituzione è la nostra parola dominante e chiediamo a tutti di leggerela e ci atteniamo ad essa”.

“Il  Movimento Patriottico Libero sarà sempre il difensore dell’unità nazionale” conclude il ministro Bassil.